Orientamento in Uscita

Print Friendly, PDF & Email
 

Corsi di preparazione all’Università

Si segnala la possibilità di testare le modalità didattiche e relazionali dell’Università per favorire una scelta consapevole del futuro percorso formativo. L’opportunità è offerta dall’Università di Udine a tutti gli studenti delle terze e quarte classi.
Le attività svolte consentono di acquisire ore di alternanza scuola-lavoro.
I percorsi si svolgeranno presso l’Università di Udine in due finestre temporali: a inizio estate (giugno – luglio 2019) e a fine estate (agosto-settembre 2019). L’iscrizione ai percorsi è gratuita e viene fatta direttamente dagli studenti compilando il modulo disponibile on line entro il 31 marzo 2019.
Ciascun percorso verrà attivato solo al raggiungimento di un numero minimo di 15 iscritti. Ogni percorso, in base alle caratteristiche dell’attività didattica prevista, prevede un numero massimo di iscritti. Tutte le informazioni sono disponibili al link: www.uniud.it/moduli-formativi

 

Presentazione del corso Banca&Finanza

La professoressa Enrica Bolognesi ha presentato, in un incontro con gli studenti delle classi quinte del Mattiussi, il corso universitario “Banca&Finanza” dell’Università di Udine (sede di Pordenone). Ha tenuto una lezione sulle fonti di finanziamento e la quotazione in borsa di una società.

Il Consorzio universitario avrà degli open day di orientamento nei giorni 25, 26 e 27 marzo: ci sarà la possibilità di visitare il campus e assistere a delle lezioni.

 

Finanza etica: Ugo Biggeri ospite del Mattiussi

Sabato 27 ottobre si è svolto nell’auditorium del Mattiussi un incontro con il presidente di Banca Etica, Ugo Biggeri, organizzato per tentare di ottenere delle risposte a domande come: dove finiscono i soldi dei risparmiatori? che influenza hanno sull’ambiente? i soldi fanno la felicità?

Biggeri, con una squisita dialettica e una naturale simpatia, ha cercato di dare delle risposte. Le banche mettono in collegamento persone in deficit e persone che hanno un surplus di soldi. Banca Etica, a differenza delle comuni banche, offre trasparenza su queste movimentazioni pubblicando nel suo sito web chi percepisce i finanziamenti. I clienti vengono scelti in base alla solvibilità e a una valutazione socio-ambientale che indaga l’impatto dell’azienda sul territorio. Il relatore ha infatti sottolineato quanto, al giorno d’oggi, molti dei grandi problemi globali dipendono dalla finanza.

«La finanza etica ha due obiettivi solo apparentemente in conflitto — ha spiegato — Uno è di essere migliore della concorrenza, l’altro è incoraggiare le altre banche a copiarci, e addirittura a fare meglio di noi nell’ottica dell’uso etico delle risorse finanziarie.  Solo così potremo cambiare le cose.»

Banca Etica pensa anche ai giovani con dei fondi di garanzia che sostengono coloro che hanno un progetto ma non possono dare garanzie.

L’incontro è stato fonte di riflessioni e curiosità. Ci ha mostrato un modo nuovo e diverso di “fare banca”. Il cambiamento è possibile se si è disposti a porre al primo posto la solidarietà e i valori invece del guadagno. In conclusione, i soldi fanno la felicità? Fanno la felicità solo se condivisi: questa è l’economia del dono.

Alessia Bolzonaro, 5AAFM

Mattiussi primo in regione (classifica Fondazione Agnelli)

Giorni di decisioni nelle famiglie dei ragazzi di terza media alle prese con la scelta del percorso superiore. Come ogni anno, la Fondazione Agnelli arriva in soccorso con “Eduscopio” il motore di ricerca che dà una fotografia delle performance degli istituti sia statali sia parificati, indicando classifiche per ogni indirizzo scolastico. Il Mattiussi emerge come primo della Regione Friuli Venezia Giulia tra gli Istituti Tecnici Economici (ITSSE). La graduatoria è costruita in base alla media dei voti e ai crediti ottenuti nel primo anno di carriera universitaria, calmierata in base alla difficoltà del percorso accademico, l’indice di occupazione entro i primi due anni dal diploma. La novità più rilevante di quest’anno è l’aggiunta di un indicatore chiamato Percentuale di diplomati in regola. Si tratta di un indicatore importante, perché dice per ogni scuola quanti studenti iscritti al primo anno hanno raggiunto senza bocciature il diploma 5 anni dopo.

Link: eduscopio

Link: criteri con cui viene elaborata la classifica

 

Punto di Incontro – 2018

Nella giornate di mercoledì 7 e giovedì 8 Novembre  si terrà, presso la Fiera di Pordenone,  la XI edizione di Punto di Incontro, salone dedicato al lavoro, alla formazione e ai giovani. Saranno presenti, oltre ai rappresentanti di università, enti di formazione e centri per l’impiego, anche esperti  impegnati nella conduzione di seminari rivolti ai giovani che si apprestano ad iniziare la propria carriera universitaria o lavorativa. Le classi quinte parteciperanno ai laboratori della prima giornata. Il programma delle due giornate è presente sul sito e nella brochure qui sotto. Si raccomanda la prenotazione dei laboratori.

Punto Incontro Brochure