Studenti

 

Campionato nazionale delle lingue: Francesca Ghiani va in finale!

Francesca Ghiani della 5A RIM ha ottenuto il secondo miglior punteggio nella prova per le qualificazioni nazionali in lingua Spagnola nel Campionato Nazionale delle Lingue. Centinaia di studenti delle classi quinte delle scuole secondarie di II grado di tutto il territorio nazionale hanno affrontato nei giorni scorsi la prova che riserva ai primi 30 classificati di accedere alle finali nazionali in programma ad Urbino il 14 e 15 febbraio 2019. Francesca Ghiani è l’unica studentessa  del Friuli Venezia Giulia che prenderà parte alla gara di spagnolo ad Urbino.  Il CNdL rientra tra le manifestazioni patrocinate dal MIUR per la valorizzazione delle eccellenze e per il secondo anno consecutivo vede una studentessa del Mattiussi in finale. Lo scorso anno era toccato ad Anna Monisso classificatasi per tedesco. Dalla dirigente scolastica e da tutto l’istituto  congratulazioni a Francesca e alla sua docente Paola Dal Farra.

 

Linux Day 2018: «World Wild Web»

Gli allievi della 4ASIA e della 5CART (gruppo SIA) hanno partecipato sabato 27 ottobre all’edizione 2018 del Linux Day organizzata come tutti gli anni dal Pordenone Linux User Group, che quest’anno aveva come tema il profondo cambiamento che il Web ha impresso alla nostra società, nel bene e nel male, da cui il titolo «World Wild Web».

Gli argomenti trattati nelle varie presentazioni, organizzate in spazi separati per consentire una fruizione parallela, spaziavano dalla creazione di app per i sistemi Android alla predisposizione di presentazioni efficaci con LibreOffice Impress, dall’interfacciamento di un microcontroller Arduino con un bot Telegram, dal machine learning all’Internet of Things, dai nuovi sistemi di generazione e gestione di siti web statici all’uso del software ERP Odoo nell’ambito del progetto OdooSagra.

Riportiamo qui le parole di Alan Cerrito, un allievo della 5CART:

«[Il Linux Day è] un appuntamento annuo che le scuole non devono farsi scappare, specialmente se vi si insegnano materie come l’informatica (infatti, si sono presentati diversi istituti). È indirizzato ad appassionati e programmatori che vogliono ampliare i propri orizzonti, aprendosi nuove strade, imparare qualcosa in più e confrontarsi con esperti; proprio per questo insieme a molti alunni giravano per il polo tecnologico diverse tipologie di visitatori, da liberi professionisti a impiegati, che hanno ritenuto utile essere presenti per far proprie queste conoscenze al fine di applicarle nel mondo lavorativo e non solo. La varietà di età è un chiaro riferimento che si può sempre imparare. La manifestazione ha dimostrato che la tecnologia è in continua crescita e bisogna sempre tenersi aggiornati poiché i cambiamenti sono rapidi e veloci.»

Finanza etica: Ugo Biggeri ospite del Mattiussi

Sabato 27 ottobre si è svolto nell’auditorium del Mattiussi un incontro con il presidente di Banca Etica, Ugo Biggeri, organizzato per tentare di ottenere delle risposte a domande come: dove finiscono i soldi dei risparmiatori? che influenza hanno sull’ambiente? i soldi fanno la felicità?

Biggeri, con una squisita dialettica e una naturale simpatia, ha cercato di dare delle risposte. Le banche mettono in collegamento persone in deficit e persone che hanno un surplus di soldi. Banca Etica, a differenza delle comuni banche, offre trasparenza su queste movimentazioni pubblicando nel suo sito web chi percepisce i finanziamenti. I clienti vengono scelti in base alla solvibilità e a una valutazione socio-ambientale che indaga l’impatto dell’azienda sul territorio. Il relatore ha infatti sottolineato quanto, al giorno d’oggi, molti dei grandi problemi globali dipendono dalla finanza.

«La finanza etica ha due obiettivi solo apparentemente in conflitto — ha spiegato — Uno è di essere migliore della concorrenza, l’altro è incoraggiare le altre banche a copiarci, e addirittura a fare meglio di noi nell’ottica dell’uso etico delle risorse finanziarie.  Solo così potremo cambiare le cose.»

Banca Etica pensa anche ai giovani con dei fondi di garanzia che sostengono coloro che hanno un progetto ma non possono dare garanzie.

L’incontro è stato fonte di riflessioni e curiosità. Ci ha mostrato un modo nuovo e diverso di “fare banca”. Il cambiamento è possibile se si è disposti a porre al primo posto la solidarietà e i valori invece del guadagno. In conclusione, i soldi fanno la felicità? Fanno la felicità solo se condivisi: questa è l’economia del dono.

Alessia Bolzonaro, 5AAFM

Scuola Aperta 2018: Applicazioni didattiche

Applicazioni didattiche, predisposte dalle allieve della 5C Mara Boz, Djamila Pozzolo, Giada Turrin, di presentazione dell’istituto e delle materie che vi si insegnano:
 
 

Scuola Aperta sabato 24 novembre 2018

Non ci sono slide, video o parole che possano trasmettere meglio ai visitatori di Scuola Aperta che cosa significhi frequentare il Mattiussi, dell’entusiasmo, della passione e dell’orgoglio che gli studenti hanno messo in campo ieri, nella prima delle giornate dedicate all’orientamento. Grazie ragazzi da parte della dirigente  scolastica e di tutto il personale!

 

Special Days

Sono state delle giornate speciali per i ragazzi del nostro istituto che hanno aderito a Volontaria…mente, sesto modulo del progetto PON Attiva…mente finanziato dal Fondo sociale europeo. Dopo aver assistito alla proiezione del film “The special need” gli studenti guidati da Claudio Deiuri hanno avuto modo di conversare con Enea, il protagonista, e Carlo Zoratti regista nonché art director dei tour di Lorenzo Cherubini (Jovanotti). Curiosità, aneddoti e piccole condivisioni hanno consentito di cogliere aspetti diversi sia dal punto di vista relazionale  che professionale, con alcuni approfondimenti tecnici legati alla videoproduzione oltre che umani inerenti la lunga amicizia che lega il protagonista al regista. Il pomeriggio, sempre gli stessi ragazzi, si sono trasformati in assistenti in piscina agli atleti della Special Team Gymasium con i quali nella giornata di sabato 24 novembre si sono recati a Treviso per assistere ad un’emozionante partita di Serie B di basket in carozzina.  Sono state esperienze insolite e speciali che hanno contribuito a scardinare alcuni luoghi comuni e a far riflettere sui punti forti e punti deboli di ciascun partecipante. Il modulo si concluderà nei primi giorni di Dicembre e  prevede ancora alcune date in cui gli studenti saranno nuovamente protagonisti insieme allo Special Team Gymnasium

Mattiussi primo in regione (classifica Fondazione Agnelli)

Giorni di decisioni nelle famiglie dei ragazzi di terza media alle prese con la scelta del percorso superiore. Come ogni anno, la Fondazione Agnelli arriva in soccorso con “Eduscopio” il motore di ricerca che dà una fotografia delle performance degli istituti sia statali sia parificati, indicando classifiche per ogni indirizzo scolastico. Il Mattiussi emerge come primo della Regione Friuli Venezia Giulia tra gli Istituti Tecnici Economici (ITSSE). La graduatoria è costruita in base alla media dei voti e ai crediti ottenuti nel primo anno di carriera universitaria, calmierata in base alla difficoltà del percorso accademico, l’indice di occupazione entro i primi due anni dal diploma. La novità più rilevante di quest’anno è l’aggiunta di un indicatore chiamato Percentuale di diplomati in regola. Si tratta di un indicatore importante, perché dice per ogni scuola quanti studenti iscritti al primo anno hanno raggiunto senza bocciature il diploma 5 anni dopo.

Link: eduscopio

Link: criteri con cui viene elaborata la classifica